Facebook | Contatti | PEC | FAQ | Moduli e Servizi | Area Riservata 
   

AGOPUNTURAOMEOPATIACITOLOGIAENDOSCOPIA

TORNA SU Agopuntura

L’agopuntura è una tecnica millenaria, si fanno risalire le origini a più di duemila anni prima di Cristo.

L’obiettivo è quello di riequilibrare energeticamente l’organismo e i suoi organi, che generano normalmente campi elettrici, attraverso gli aghi che producono differenze di potenziale e quindi energia elettrica. Se uno o più organi sono malati le emissioni elettriche sono alterate.

Con l’agopuntura è possibile curare patologie a carico dell’apparato osteoarticolare, malattie allergiche, forme respiratorie, disendocrinie, disturbi comportamentali (per es.le forme di ansia da separazione).

L’agopuntura è, inoltre, una medicina preventiva, permette infatti diagnosi precoci e soprattutto aiuta a prevenire la malattia.

“Come funziona l’ Agopuntura?”

E' la domanda che più frequentemente viene rivolta al medico agopuntore. La convinzione più diffusa è che agisca sulle terminazioni nervose ma pungere una struttura nervosa comporterebbe un dolore vivo insopportabile, oltre a provocare danno del nervo stesso.

Le cellule sono delle strutture complesse, che compiono innumerevoli attività biochimiche per l’insieme delle funzioni vitali dell’organismo. Queste attività producono diverse forme di energia, tra queste quella elettrica, che è una di quelle più conosciute e studiate.

TORNA SU Omeopatia

Omeopatia dal greco: omois = stesso, simile e phatos = malattia

Si basa sulla “legge del simile”: una sostanza che è in grado di provocare sintomi , a dosi infinitesimali e dinamizzata è in grado di curarli.

L’omeopatia è una medicina che prende in considerazione il malato nel suo complesso, piuttosto che la malattia e il sintomo, come indice dello stato di alterata omeostasi e soprattutto tiene conto sia dello stato fisico sia di quello mentale dell’individuo, considerandolo quindi nella sua totalità.

In omeopatia pertanto il medico può attuare una terapia che tenga conto della globalità del paziente e non solo dei sintomi, approfondendo l’anamnesi, recente e remota (che spesso viene appena considerata se non addirittura trascurata) ottenendo cosi un quadro completo sull’evoluzione dello stato di salute del paziente.

I medicinali omeopatici sono atossici e senza effetti indesiderati, questo comporta numerevoli vantaggi: possono essere usati in gravidanza, nei cuccioli, in soggetti anziani, o comunque defedati da malattie cronicizzate che non permettono l’uso di farmaci e pratiche allopatiche a causa dei loro effetti collaterali.

La maggioranza delle patologie dei nostri animali può essere trattata con l’omeopatia; risulta di particolare efficacia nelle patologie a carico del sistema nervoso, dell’apparato digerente, della cute e nelle forme legate all’invecchiamento (artrosi, manifestazioni reumatiche, disfunzioni metaboliche ecc.).

D’altra parte, così come per la medicina umana, non si possono negare i limiti dell’omeopatia nelle malattie parassitarie, nelle patologie ortopediche di pertinenza chirurgica (per es. fratture), nel caso di corpi estranei ecc.

Negli animali così detti “da compagnia” ( cani, gatti , conigli, ecc.) l’allopatia ovvero la medicina comunemente conosciuta, detta “tradizionale”, è spesso insoddisfacente sia per gli effetti secondari sia per i risultati, ad esempio nelle forme dermatologiche allergiche e comportamentali, nelle deviazioni comportamentali e così via.

TORNA SU Citologia e citopatologia

L'indagine citologica riveste un'enorme importanza come strumento diagnostico tanto in medicina umana quanto in campo medico veterinario, costituendo un metodo affidabile per arrivare ad una diagnosi cellulare di certezza, in maniera minimamente invasiva.

La gamma dei tessuti esaminabili è estremamente numerosa, i processi patologici con caratteristiche citologiche ben definite e l'affidabilità e la precisione nella diagnosi delle lesioni di molti tessuti è elevata.

Attualmente inoltre è possibile ottenere campioni significativi da lesioni focali più profonde, all'interno delle cavità corporee, grazie all'ausilio dell'esame ecografico migliorando ed ampliando così la capacità diagnostica mininvasiva.

Al Day Hospital Veterinario Torrevecchia ci occupiamo quotidianamente di citologia, consentendoci così di diagnosticare e di intervenire tempestivamente nei casi in cui sia necessario.

Qualora l'esame citologico dovesse fornire solo un'indicazione sommaria della diagnosi, dovrà esser supportato da un esame istologico effettuato attraverso il prelievo di un campione bioptico sull'organo in esame. In questo caso per la valutazione, ci affidiamo all'esperienza di laboratori di patologia veterinaria operanti in strutture veterinarie private od universitarie per avere una diagnosi accurata in tempi brevi attraverso l'esame diretto dei tessuti.

Per la raccolta dei campioni citologici esistono numerosi metodi che vengono applicati presso il nostro centro:

Biopsia con ago sottile (con o senza aspirazione): costituisce il miglior metodo per la valutazione di masse o lesioni proliferative, oltre che un valido aiuto per esaminare organi ghiandolari sottocutanei (linfonodi, ghiandole salivari, ghiandole mammarie); è inoltre il metodo meno invasivo per ottenere campioni da organi interni o masse cavitarie, con una probabilità di contaminazione del campione decisamente inferiore rispetto alle altre tecniche di campionamento.

Campioni per impronta: ndicato per lesioni superficiali ulcerate o essudative o per campioni prelevati durante un intervento chirurgico. Questa tecnica diagnostica risulta assai utile soprattutto nel determinare se sulla lesione oggetto di indagine siano presenti o meno organismi batterici o fungini.

Scarificati: rivestono un grande valore per la raccolta di campioni da lesioni cutanee non rilevate o asciutte, non passibili quindi di aspirazione ed impronta. È una valida tecnica anche per l'analisi di campioni ottenuti in sede chirurgica.

Tamponi: impiegati per il prelievo di campioni dall'orecchio esterno, dai tragitti fistolosi o da vagina.

Successivamente alla raccolta, i campioni vengono colorati con metodiche specifiche e poi analizzati al microscopio direttamente in sede.

LEISHMANIA   STRONGILI   MASTOCITOMA   SARCOMA   METASTASI LINFONOIDALE

TORNA SU Endoscopia

L'esame endoscopico è indicato per capire e risolvere diverse patologie digestive e respiratorie ma anche del condotto uditivo esterno e delle basse vie urinarie.

Può essere eseguito nel corso di sintomi come vomito, disappetenza, diarrea o ancora tosse e difficoltà respiratorie con caratteristiche di cronicità od anche parossistiche ed apparentemente senza causa.

L'endoscopia è un esame di minima invasività, che permette di esplorare direttamente alcuni distretti corporei non altrimenti accessibili se non attraverso procedure chirurgiche; nella maggior parte dei casi consente la dimissione in giornata ed il ripristino delle normali abitudini entro poche ore dalla sua esecuzione, senza particolare disagio per il paziente.

Si utilizzano strumenti specifici che, introdotti attraverso gli orifizi naturali dell'organismo (bocca, naso, ano, ecc...), permettono di visualizzare su un monitor le immagini a colori di ciò che viene osservato.

Attraverso la strumentazione endoscopica sono anche possibili procedure interventistiche:

• prelievo di materiale per esame citologico ed istologico

• prelievo di materiale per esame colturale: batteri (con eventuale antibiogramma) e miceti

• estrazione di corpi estranei con diversa localizzazione, ad esempio tracheo-bronchiali (reste di graminacee) e gastro-esofagei (ossa, ami, giocattoli, etc)

• dilatazioni di stenosi esofagee

• applicazione di PEG (gastrostomia endoscopica percutanea)

Presso la nostra struttura eseguiamo procedure diagnostico/operative endoscopiche degli apparati respiratorio, digerente, genito-urinario, uditivo esterno e medio sia di cani che gatti.


Sterilizzazione e obesità nel gatto

Leggi...
Sterilizzazione e obesità nel gatto
chiudi

La sterilizzazione porta delle specifiche alterazioni ormonali che influenzano il metabolismo del gatto predisponendolo all’obesità. Dopo la sterilizzazione é stato provato infatti un incremento delle IGF-1 e della PROLATTINA, due ormoni che promuovono la crescita e la moltiplicazione degli adipociti (le cellule che compongono il grasso corporeo). Inoltre il calo degli estrogeni e degli androgeni, gli ormoni prodotti dalle ovaie e dai testicoli, porta ad un incremento dell’appetito ed ad un calo del metabolismo del 20-33%. Per tutte questi motivi e per molti altri ancora in studio i gatti e le gatte sterilizzate sono soggetti esposti al rischio dell’obesità.

Musica per cani e gatti. Funziona!!!

Leggi...
Musica per cani e gatti. Funziona!!!
chiudi

È quanto ritiene un veterinario statunitense, la dottoressa Pamela Fisher, che ha aiutato più di 1.100 rifugi introducendo dei brani che potessero calmare cani e gatti, tanto da ridurre l’abbaiare costante dei quadrupedi. Lo riporta l’Huffington Post, nel parlare del progetto no-profit Rescue Animal MP3 Project: inaugurato quatto anni fa, si propone di richiedere ad artisti e volontari della musica che sia “pet-friendly”. Un’iniziativa che ha avuto ampio riscontro, con la raccolta di numerose ore di produzione di grandi classici come Beethoven, Mozart e Chopin, ma anche di musica appositamente composta per gli amici a quattro zampe. Così spiega la veterinaria, dalla sua sede di North Canton, nell’Ohio:
Ho usato la musicoterapia nella mia pratica, ho quindi voluto trovare un modo per aiutare gli animali da rifugio nella mia comunità.

Puppy Class. E' ora di andare a scuola!!!

Leggi...
Puppy Class. E' ora di andare a scuola!!!
close

A chi si rivolgono?
Cuccioli di età compresa tra i 3 e i 6 mesi di tutte le razze e taglie.
Le Puppy Class sono uno strumento ideale sia per il cucciolo che per il proprietario.
Esse permettono di creare le basi per un corretto sviluppo psicologico e sociale del cucciolo in un ambiente controllato e divertente.
Inoltre gli argomenti trattati e le attività svolte durante gli incontri forniscono ai proprietari le conoscenze necessarie per interagire correttamente con il proprio cane ponendo le basi per una relazione positiva che sia fondata sul rispetto e la fiducia reciproca.
Infine le puppy class permettono di individuare ed intervenire precocemente su quei cuccioli che presentino disturbi comportamentali.


ROMAVET 2016 - Via Ferrante Ruiz, 11 - 00168 - Roma - Tel. + 39 0635500101
Author: PAOLO BORIANI © 2013 (email: s.informatiche@gmail.com)PRIVACY POLICYSITE MAP